Le navi da crociera Thomson Spirit approdano a Taranto

Le navi da crociera Thomson Spirit approdano a Taranto

Da Maggio a Ottobre, le navi da crociera Thomson Spirit (nave con capacità di 1.400 passeggeri e 520 membri dell’equipaggio) faranno scalo a Taranto. Come sempre, i negozi e le aziende della rete Made in Taranto non si sono fatti trovare impreparate e hanno già predisposto i primi servizi di accoglienza.

Faccio subito presente che le navi da crociera sosteranno nella nostra città per un tempo di circa 5 ore. Come descritto degli operatori delle navi Thomson, l’attenzione verte su tre aspetti principali della città:

la visita al Castello aragonese
la visita al Museo Archeologico nazionale Mar.Ta
lo shopping nella centralissima via D’Aquino

 

Taranto Castello Aragonese

Taranto Castello Aragonese

Taranto Sapor di storia

Domenica 30 Aprile 2017, a partire dalle ore 19:30, presso il Castello Aragonese di Taranto, l’associazione Ei.Em.Eventi presenta l’attesissimo sesto appuntamento di Sapor di Storia.

Immaginate…
Una sera a cena al Castello Aragonese, alla scoperta dei suoi angoli più nascosti
per rivivere insieme le emozioni che nei secoli hanno caratterizzato la storia di questo meraviglioso posto, con lo chef Salvatore Carlucci a deliziare i vostri palati e il Maestro Francesco Greco al violino.

Immaginate…
Che tutto questo sia possibile partecipando al sesto appuntamento di Sapor di Storia

Una location d’eccezione farà da cornice ad una serata imperdibile in cui cultura, tradizione e buon cibo daranno vita ad una esperienza indimenticabile, lì dove la storia della nostra città è stata scritta e vissuta, lì dove tanti sono stati i colpi di cannone e tante le battaglie condotte dai Bizantini ai Saraceni a Ferdinando II d’Aragona, passando per gli Asbugo e Napoleone.

E’ proprio dalla scoperta dei misteri e delle meraviglie di Castel Sant’Angelo che Sapor di Storia partirà con il suo viaggio a ritroso nel tempo, per rivivere insieme momenti di piacevole riscoperta.

Al termine della visita guidata, alla storia raccontata si affiancherà quella “assaporata”, attraverso un percorso enogastronomico che è mix tra tradizione e innovazione a cura dello chef Salvatore Carlucci, del ristorante La Barca che ripercorrerà usi e abitudini alimentari all’epoca di Ferdinando II d’Aragona.

La cena verrà allietata del violino del Maestro Francesco Greco, tarantino doc, diplomatosi nell’istituto musicale “G.Paisiello” di Taranto, perfezionatosi alla scuola del M° Sergey Diatchenko di Roma e vincitore nel 2012 del premio internazionale “Clio2012” come musicista dell’anno.

image

Le canzoni di Tenco Francavilla Fontana

Castello Imperiali Francavilla Fontana
Sabato 29 aprile 2017
TENCO 50 “Vita, morte e canzoni di un cantautore” – DUO Buttiero Molteni
L’Incontro con la Musica …e con l’AUTORE, patrocinato dal Comune di Francavilla Fontana, organizzato da Associazione ArmoniE con la direzione artistica di Palma di Gaetano e inserito nella rassegna “ArmoniE di Primavera 2017 – IV edizione”, ricorderà il cinquantesimo anniversario della morte di un grande cantautore italiano “strappato o arreso” troppo giovane alla vita: Luigi Tenco.
Ferdinando Molteni (Voce, conduttore e chitarrista), effettuerà un vero e proprio racconto musicale, ispirato al suo recente volume L’ultimo giorno di Luigi Tenco pubblicato da Giunti. Nel corso del recital sarà raccontata la storia del cantautore attraverso le sue stesse parole, le pagine del libro e, soprattutto, le sue canzoni. Saranno eseguiti capolavori come Lontano lontano, Mi sono innamorato di te, Ho capito che ti amo e Vedrai, vedrai, canzoni meno conosciute come Ragazzo mio, inediti come la traduzione tenchiana de Le déserteur di Boris Vian, fino all’ultima “sfortunata” composizione, Ciao amore, ciao. Non solo. Lo spettacolo indagherà anche il rapporto di amicizia tra Tenco e Fabrizio De André e, non a caso, verrà eseguita anche la toccante Preghiera in gennaio, scritta da Faber in memoria di Luigi.

Concertone di Pizzica a La’Nchianata Mercoledì 19 agosto 2015
La’nchianata Torricella
Ruggiero Inchìngolo & Pizzica Tarantata Project
FEATURED
Mercoledì 19 agosto 2015
La’nchianata Torricella
Ruggiero Inchìngolo & Pizzica Tarantata Project
Musica e concertiMUSICA E CONCERTI Vita notturnaVITA NOTTURNA
Ruggiero Inchìngolo & Pizzica Tarantata Project
“Quando gli acuti del violino incontrano il ritmo ossessivo del tamburello, la performance diventa energia allo stato puro”. Denominato “il violinista della pizzica”, Ruggiero Inchingolo è il diretto discendente di Luigi Stìfani, lo storico violinista terapeuta dei rituali del “morso” della taranta. Prestigioso musicista polistrumentista, oltre che violinista, Ruggiero sul solco della tradizionale pizzica tarantata del suo maestro, Luigi Stifani, esegue e reinterpreta con i suoi strumenti le pizziche suonate durante le cure domiciliari dei rituali di tarantismo: l’indiavolata, la sorda, la minore, la balcanica. Ai brani tradizionali alterna anche pezzi di nuova composizione, che si rifanno sia alla musica tradizionale popolare italiana (tarantelle e serenate) che ad altre civiltà musicali, dal mondo arabo fino ai paesi dell’ Europa. In questo spettacolo è proprio il ritmo travolgente del tamburello di Carlo “Canaglia” De Pascali, primo tamburellista dell’orchestra della Notte della Taranta, ad eccitare il violino di Ruggiero, le cui note più alte vanno dritto al cuore. Durante i concerti la folla si scatena e si esalta lasciandosi trascinare dal magico ritmo e dal suono ipnotico dei suoi strumenti. Formazione: Ruggiero Inchingolo (violino, mandolino, fisarmonica, oud, voce), Carlo De Pascali: (tamburello, tammorra, voce), Giuseppe Volpe (fisarmonica), Alessandro Buongiorno (chitarra), Martina Zecca (voce e tamburello), Antonio Biancolillo (batteria).
Web: www.lanchianata.it

Vino è…musica a Grottaglie Tutta la Puglia in un calice!
Venerdì 30 sabato 31 dalle 19,30 nel centro storico di Grottaglie
Quaranta cantine dalla Daunia al Salento, 150 etichette di vino per degustazioni itineranti tra vicoli, slarghi, n’chiosce e botteghe dell’antico quartiere delle ceramiche, quattro laboratori del gusto con ONAV, AIS, Slow Wine e Slow Food e l’esperta di biologico e naturale Maria Teresa Bilancia, 16 postazioni con le migliori proposte della nouvelle vague del panorama musicale pugliese, 7 zone dedicate al food con cucina di strada, due mostre di alto livello legate alla terra con “La Ceramica nell’architettura” all’interno di Casa Vestita e i mondi paralleli di “Multiverso” (artisti Sarah Ciracì e Renato Galante) nella vecchia fabbrica di ceramiche di Piazzetta Santa Sofia. E non solo. Esposizioni di fotografia, illustrazioni, pittura, artigianato e il concerto straordinario degli Opa Cupa: la band-banda che trasforma il mediterraneo in una proposta musicale travolgente e suggestiva. Una vetrina straordinaria per Cantine che scelgono Vino è Musica anche come occasione di test e confronto diretto con il pubblico-consumatore, che munito di sacca, calice e mappa è condotto lungo un itinerario che gli consente di assaporare tutta la Puglia in un calice.

Primavera Festa delle Arti di Strada di Taranto

Tre giorni in piazza con gli artisti di strada
Taranto invasa da maghi, giocolieri, saltimbanchi, acrobati e clown: è ciò che succederà dal 15 al 17 maggio in Piazza Garibaldi nella tre-giorni della «Primavera festa della arti di strada di Taranto».

L’annuale celebrazione degli artisti che animano le piazze giunge alla sua quarta edizione, regalando uno spettacolo autofinanziato dedicato a grandi e piccini.
Ad intrattenere il pubblico nei tre pomeriggi primaverili si alterneranno artisti provenienti da tutta la penisola tra i quali: Mone Monè, il giocoliere Semplicemente Alex, i MicròMatty, esperti della roue cyr, la ruota circense che gira creando figure acrobatiche, gli equilibristi Centodiciotto e Fiocchettina Burattinaia e il suo teatrino di burattini.

Tante attrazioni anche per i più piccoli, con il laboratorio di bolle di sapone e pasta di mais, lo spettacolo di palloncini e i racconti con la sabbia degli «Sabbiastorie», previsti per sabato 16.

E mentre Piazza Garibaldi sarà occupata dagli artisti, Piazza della Vittoria verrà intrattenuta dalle esibizioni di danze tribali, fusion e bellydance.

Ad accompagnare gli artisti, i volontari ed i creatori della festa dedicata alle arti di strada l’immancabile cappello che, spiegano, «non è, come qualcuno sostiene, né elemosina né carità, ma semplicemente un atto spontaneo che nasce dall’apprezzamento da parte del pubblico, ma soprattutto dal lavoro che ognuno di noi fa, perchè dove c’è un artista di strada c’è un sorriso».

Festa di Musica Popolare‎ 10° Festa di Musica Popolare
Per il decimo anno consecutivo l’inverno maruggese si riscalda al suono della musica popolare, si rinnova l’appuntamento presso la Masseria Carroni a Maruggio (TA) per la tradizionale Festa di Musica Popolare che vanta la partecipazione di amici ed artisti da tutto il sud Italia.
L’appuntamento è per sabato 21 Febbraio 2015 a partire dalle ore 21, ti aspettiamo e seguici su: www.facebook.com/FestaDiMusicaPopolare

Come arrivare alla Masseria Carroni: https://goo.gl/maps/OUuqY

Apri le Orecchiette Festival 2014

Sava 29/30 Agosto 2014

Pelagonia Music presenta la quinta edizione del Festival musicale ed enogastronomico “Arcipelago on Fire/ Apri le Orecchiette”, che si terrà a Sava presso l’Ex-Macello (sulla via Sava-Manduria), nei giorni 29 e 30 Agosto 2014.
Il festival di musica che invita a mangiar sano, consumare meno e ascoltare meglio.

Sul palco: ANDREA RIVERA, ROBERTO ANGELINI & PIER CORTESE, AMERIGO VERARDI & DONCAS, MARCO PARENTE E VINCENZO VASI, LEO PARI, UNA, MERY FIORE, ZEMAN.

Il festival, organizzato dall’associazione Pelagonia, è in rete “Social Sounds” promossa da Puglia Sounds – Po Fesr Puglia 2007/2013 Asse IV, in collaborazione con Puglia Rock, Radio Popolare Salento, Comune di Sava.

1° serata, venerdì 29 Agosto 2014:
• Laboratori pomeridiani sulla preparazione della pasta fatta in casa con particolare attenzione alle “orecchiette”;
• Laboratori pomeridiani per bambini sul corretto uso e consumo del cibo, varie ed eventuali;
• 21,30 : concerto “MERY FIORE”. La giovane artista salentina e la sua band si sono aggiudicati il titolo di BEST AREZZO WAVE BAND 2014 in Puglia e hanno rappresentato così la loro regione sul prestigioso palco dell’AREZZO WAVE.
• 22.30: concerto/spettacolo “CONSORZIO GASTROSONICO”, con ANDREA RIVERA, LEO PARI, DISCOVERLAND (ROBERTO ANGELINI e PIER CORTESE) e UNA. Prima Nazionale: la scuola romana cantautorale di Leo Pari e Discoverland (Roberto Angelini e Pier Cortese), con la partecipazione del jolly Andrea Rivera, dividerà infatti il palco con Una (nome d’arte di Marzia Stano, nuova promessa del rock pugliese) per dare vita ad un concerto dove le diverse sonorità si mescoleranno come sapori ben dosati in una deliziosa ricetta.

2° serata, sabato 30 Agosto 2014:
• Laboratori pomeridiani sulla preparazione della pasta fatta in casa con particolare attenzione alle “orecchiette”;
• Laboratori pomeridiani per bambini sul corretto uso e consumo del cibo, varie ed eventuali;·
• 21.30: concerto “ZEMAN”. Un trio dal carattere eclettico e difficilmente classificabile, intriso di jazz, blues, psichedelia e new wave.
• 22.00: concerto “PARENTE – VASI”. Marco Parente (ex CSI) e Vincenzo Vasi (Capossela) presentano lo spettacolo “Non è vero che gli extraterresti non esistono”.
• 23.00: concerto “AMERIGO VERARDI & DONCAS”. Un Power-trio, musica mozzafiato, improvvisazioni estemporanee in cui il trio ama avventurarsi, sconfinando dalle trame indie-rock per entrare in territori di puro, viscerale e psichedelico sperimentalismo. I Doncas sono Peppino Soloperto (basso) e Dino Semeraro (batteria) dei Leitmotiv.
• Dj Set conclusivo.

Durante le serate si potranno gustare ottimi piatti di orecchiette accompagnate da vino primitivo.
Ingresso concerti 3 euro.
Sava (Taranto)
Ex Macello – Laboratorio Urbano
ore 21:00
ingresso a pagamento
3 euro
Info. 3497773606, 3493645903 (clicca per ingrandire)

Maruggio “Strada dei saperi e dei sapori” 2014

L’Associazione Turistica Pro Loco Maruggio
segnala l’importante manifestazione de “La Strada dei Saperi
e dei Sapori- XII^ Edizione”, prevista per il 19 e 20 Agosto.
L’iniziativa mira riproporre il meglio dei prodotti
enogastronomici del territorio (olio, vino, formaggi e
piatti tipici), presentati da varie aziende affermate che,
da anni ormai, operano nel settore. L’intero centro
storico, con i suoi monumenti (Chiesa Madre, Palazzo
Caniglia, Palazzo Morleo, le varie corti, ecc.), sarà
visitabile, assaggiando le delizie preparate dalle mani
sapienti della donne maruggesi.
Ma “La Strada dei Saperi e dei Sapori”, non è solo
enogastronomia d’eccellenza. E’ anche esposizione di
oggetti di arte contadina, un vero e proprio museo
all’aperto di utensili e arredi del passato.
Non mancheranno neanche le mostre di pittura, a cura di
importanti artisti del posto, mostre fotografiche e di
oggetti realizzati artigianalmente,
sempre legati alla nostra tradizione contadina.
Al termine delle due serate, si terranno poi, in Piazza del
Popolo, i concerti di “pizzica” salentina, con
importanti gruppi di questo genere.
Ci si aspetta il grande successo già riportato nelle
precedenti edizioni, quando un afflusso enorme, soprattutto,
di turisti ha potuto apprezzare praticamente i “saperi” e i “sapori” della terra di Maruggio.
Per info: www.prolocomaruggio.it
Comunicato ufficiale a cura dell’A. T. Pro Loco Maruggio
Organizzatore:

Oria ” Cena Medievale ” un salto nel passato  Questa sera ad Oria ” Cena medievale “. Un salto nel passato in un luogo che profuma di storia: Oria, il borgo federiciano della provincia brindisina, il 12 agosto sarà teatro all’aperto per la Cena Medievale, un percorso enogastronomico lungo le vie del centro storico nei pressi di Porta degli Ebrei.

Tanti spazi per degustare i prodotti tipici e dolci offerti da operatori in abiti d’epoca per vivere un’esperienza unica e suggestiva immersi in antiche atmosfere, tra artisti di strada, musici, giocolieri e attrazioni ludiche.

Oria è collocata sulle più elevate alture di un cordone collinare di antiche dune fossili[4] nel nord Salento, che le conferiscono una posizione dominante sulla circostante pianura salentina; L’altezza massima con 166 metri s.l.m., è raggiunta dal Colle del Vaglio, sulla cui sommità è costruito il castello. Non lontana dal percorso dell’antica via Appia tra Brindisi e Taranto, Oria dista 35 km da Taranto, 32 km da Brindisi e 45 km da Lecce.

Porta degli Ebrei

Porta degli Ebrei durante una nevicata
Nota anche come Porta Taranto perché da qui ci si dirigeva verso la città ionica, è una delle 3 porte della città (una delle quali non più in situ). La porta, che conduce alla giudecca della comunità ebraica di Oria, dà accesso ad un quartiere medievale tortuoso, di piccole case, botteghe, balconcini nascosti[19]. Alle spalle della porta degli Ebrei, posta in piazza Shabbetai Donnolo, si sviluppava la fiorente comunità ebraica[20], nota in tutto il Mediterraneo medievale, che giunse al suo culmine durante il IX secolo. Al centro della volta troviamo uno scudo araldico in pietra il cui stemma non è più visibile, ai lati due stemmi più piccoli raffiguranti gli emblemi della città. Al di sopra è posta la statua dell’Immacolata.

123