La ceramica Vestita di Grottaglie

La ceramica Vestita di Grottaglie

VISITA AI LABORATORI DELLA BOTTEGA E AD ALCUNE DIMORE TRAZIONALI DEL QUARTIERE DELLE CERAMICHE.

Evento a contributo aperto a tutti.

Il FAI Giovani Bari organizza, sabato 13 maggio 2017, una visita ai laboratori dell’antica Bottega Vestita di Grottaglie e ad alcune dimore storiche del quartiere delle Ceramiche: Casa Vestita e Casa Sgobbio.

Il Codex, il colonnato quattrocentesco, la cripta bizantina, i giardini segreti e fantastici di epoca medievale, le ceramiche invetriate racchiudono elementi simbolici e carichi di significato. Sospesa tra recupero della storia e tradizione popolare, architettura colta e design artigianale, la Bottega Vestita, recupera saperi antichi e cultura popolare.
A partire dal frammento ceramico, custode della memoria del tempo, Antonio, Carmelo e Cosimo Vestita si pongono tra immaginario e tradizione nell’ottica del sogno condiviso di cambiare la realtà, alla costante ricerca di un equilibrio tra cielo e terra.

Programma della giornata:
8,45 raduno dei partecipanti presso Largo Sorrentino (alle spalle della Stazione ferroviaria) e successivamente, alle 9,00, presso l’ex Teatro Abeliano.
9,15 partenza da Bari – ex Teatro Abeliano per Grottaglie con servizio navetta FAI.
10,15 arrivo a Grottaglie, presso il parcheggio di via Caravaggio. Ritrovo per eventuali partecipanti automuniti o provenienti da Taranto e provincia.

Caffè e brioche gentilmente offerti presso Jangwa Kalahari.
Il tempo lento di Grottaglie.

10,45 Visita dell’antica Bottega Vestita e del giardino di Casa Vestita
Conversazione con Antonio Vestita, ingegnere e ceramista, su “Riflessi di bellezza. L’uso della ceramica in architettura. Dall’architettura fittile alle sperimentazioni di Vittorio Chiaia”.

Dimostrazione al tornio del maestro Carmelo Vestita. “Segno e materia, diventano codici complessi e misteriosi che fluttuano sulle note dei Derwish danzanti che ruotano come il tornio del ceramista”.

“Il giardino segreto di casa Vestita e il ritrovamento della cripta bizantina”. Il maestro Cosimo Vestita ci accompagnerà tra le meraviglie dell’antico forno tra storia, arte e cultura artigianale.

13.30 Pausa pranzo presso La Nicchia al prezzo speciale FAI di circa € 10,00 (facoltativo). In alternativa pranzo al sacco.

15,00 Antonio Vestita. Il mosaico parietale di Casa Sgobbio tra simbolismo e manualità artigianale.

Grottaglie come altrove
Il centro antico di Grottaglie e il Castello Episcopio.

19,00 Raduno dei partecipanti presso il parcheggio di via Caravaggio e rientro previsto in serata.

Tutti i partecipanti riceveranno in dono un prezioso oggetto della Bottega Vestita realizzato appositamente per il FAI Giovani Bari e usufruiranno di uno speciale sconto FAI del 20% su tutti gli acquisti.

La quota di partecipazione è comprensiva di un caffè break di benvenuto, della copertura assicurativa e del servizio navetta a/r Bari-Grottaglie.
La quota non comprende il pranzo e le bevande.
In concomitanza dell’evento, coloro che hanno un’età compresa tra i 18 e i 35 anni potranno, se vogliono, iscriversi al FAI al prezzo agevolato di € 15,00 e rinnovare, allo stesso prezzo, la propria tessera. L’iscrizione è facoltativa.

Tutte le tappe indicate sono comodamente raggiungibili a piedi. Per raggiungere il laboratorio della Bottega Vestita sono previste una leggera pendenza e una scalinata. Tutti i percorsi sono adatti anche per famiglie.

€ 15,00 per iscritti FAI
€ 20,00 per i NON iscritti al FAI.

Prenotazione obbligatoria esclusivamente c/o i Punti FAI e FAI Giovani a Bari:

Porto selvaggio, un angolo di paradiso!

Portoselvaggio negli ultimi anni ha conquistato le prime posizioni in numerose classifiche a lvello nazionale e internazionale. L’area, sottratta nel 1980 a un tentativo di speculazione edilizia, è stata successivamente ampliata sino alla Palude del Capitano, sito di interesse comunitario.
Affollata meta estiva per le sue acque cristalline e fresche e la sua distesa verde di pini, racchiude oltre a una natura incontaminata importanti siti archeologici tra i quali la Grotta del Cavallo, “santuario della preistoria”.
La fruibilità del parco negli ultimi anni è sensibilmente migliorata, grazie anche agli interventi del Sac Arneo Costa dei Ginepri di cui è capofila il comune di Nardò.
Intorno ai centri visite di Torre Nova e Casa del Capitano si snoda un’attività intensa di tipo naturalistico con itinerari e zone attrezzate per la sosta e bus navetta elettrici per i collegamenti dai parcheggi agli ingressi del parco e all’interno del parco stesso.

rmTorremattoni: ecco il Parco Avventura Made in Taranto!

E’ a Ginosa Marina il Parco Avventura eco-sostenibile più grande del Sud Italia, con più di 100 giochi sospesi tra gli alberi e una meravigliosa pineta.

Torremattoni è un Parco Avventura eco-sostenibile che si colloca nella splendida cornice del territorio di Ginosa Marina, in provincia di Taranto, una città che cerca il proprio riscatto, che cerca idee nuove e coraggiose, proprio come pensiamo sia la nostra.

Nello specifico, si tratta di un grande Parco Divertimenti di 20 ettari, situato in una rigogliosa pineta a pochi passi dal mare. Al suo interno si trova il Parco Avventura più grande del Sud Italia, con più di 100 giochi sospesi tra gli alberi, per un totale di 13 percorsi diversi per difficoltà (5 per bambini ed 8 per gli adulti).
E poi: il Campo Robin Hood (tiro con l’arco) e il Tree Climbing (arrampicata sugli alberi).

In più, sempre all’interno del Parco Avventura, vi è una serie di attività ludico-sportive organizzate da uno staff qualificato, in cui figurano laureandi e laureati in Scienze Motorie. Il programma settimanale delle attività è tuttora in costante ampliamento al fine di offrire eventi sportivi diversi, giochi, gare e spettacoli.

All’interno della pineta, inoltre, è presente un’area giochi libera per bambini, un campo da beach soccer (al quale si stanno aggiungendo altri campi sportivi), un’area pic-nic attrezzata, in cui è presente un barbecue di 3 metri, utilizzabile solo da un operatore del posto. Entro la fine di giugno questa area verrà illuminata e resa utilizzabile per eventi serali su prenotazione.

Le altre 2 aree che saranno disponibili a breve sono l’area fitness attrezzata e area relax.

All’interno del Parco vi è il noto Lago Salinella, piccolo lago costiero retrodunale, a ridosso della Torre Mattoni, torre antisaracena costruita nel XVI secolo a difesa delle coste ioniche dalle incursioni marine da parte dei Turchi. Tutto questo è sito nell’Area Naturale Protetta “Riserva Naturale Stornara e nell’Area Naturale Pinete dell’Arco Ionico, classificata come sito di interesse comunitario.

Le Dune di Campomarino sono un complesso di dune della provincia di Taranto situate lungo la costa del comune di Maruggio, accanto alla sua frazione di Campomarino.

Le dune, estese per 41 ettari ed alte fino a 12 metri s.l.m. si sono originate circa 7500 – 3300 anni fa e sono alcune delle meglio conservate in Italia
Grazie alla loro esposizione perfettamente a sud hanno sviluppato una rigogliosa macchia mediterranea (ginepri, come arbusti di ginepro coccolone e feniceo e in forma arborea e, nelle parti più degradate, gariga a timo e elicriso. Nelle rupi a picco sul mare si trovano anche illimonio virgato e il finocchio marino.
In questo tratto di costa, nei giorni limpidi, dai punti più alti delle dune è visibile il massiccio della Sila, quello del Pollino, Porto Cesareo fino ad arrivare a Gallipoli.
Da pochi anni sono un sito di interesse comunitario. Vi è stato creato il “Parco delle dune di Campomarino”, proposto dal giugno 1995, la cui area protetta si estende lungo tutta la costa del comune di Maruggio e comprende l’habitat prioritario delle “dune grigie”. Read more

Salento bici tour Otranto
Martedi 18 agosto: L’entoterra Otrantino
Raduno ore 09:00, presso Porta Alfonsina a Otranto
L’entroterra Otrantino è forse la parte meglio conservata del salento. Risalendo la valle dell’Idro, si visiterà un’antica cripta bizantina, per poi sostare presso la Fondazione “le Costantine” dove si pratica l’arte della tessitura tradizionale. Si attraverserà quindi il “giardino megalitico” di Giurdignano, costellato di Dolmen e Menhir, per un’altra breve sosta a “i massi della vecchia”. Pranzo degustazione presso uno dei migliori forni della provincia a Specchia Gallone. Nel primo pomeriggio si raggiungerà Porto Badisco. Rientro a Otranto verso il tramonto, percorrendo uno dei tratti più belli di litoranea, con visita al faro di punta Palacìa e al laghetto di bauxite. Percorso medio/facile. Lunghezza: 35 km.

bici tour per il Salento
Calendario delle escursioni di Luglio.
Anche nel mese di luglio, in collaborazione con numerose altre associazioni del territorio, organizziamo delle escursioni alla scoperta lenta del territorio. Le passeggiate sono adatte a tutti, in una forsennata gara a chi arriva ultimo. Possibilità di affitto bici per tutti (anche bambini). Per info e prenotazioni 392 11 44 073 (Giulia) 328 35 75 920 (Piergiorgio) 340 58 68 242 (Mattia)

Primavera Festa delle Arti di Strada di Taranto

Tre giorni in piazza con gli artisti di strada
Taranto invasa da maghi, giocolieri, saltimbanchi, acrobati e clown: è ciò che succederà dal 15 al 17 maggio in Piazza Garibaldi nella tre-giorni della «Primavera festa della arti di strada di Taranto».

L’annuale celebrazione degli artisti che animano le piazze giunge alla sua quarta edizione, regalando uno spettacolo autofinanziato dedicato a grandi e piccini.
Ad intrattenere il pubblico nei tre pomeriggi primaverili si alterneranno artisti provenienti da tutta la penisola tra i quali: Mone Monè, il giocoliere Semplicemente Alex, i MicròMatty, esperti della roue cyr, la ruota circense che gira creando figure acrobatiche, gli equilibristi Centodiciotto e Fiocchettina Burattinaia e il suo teatrino di burattini.

Tante attrazioni anche per i più piccoli, con il laboratorio di bolle di sapone e pasta di mais, lo spettacolo di palloncini e i racconti con la sabbia degli «Sabbiastorie», previsti per sabato 16.

E mentre Piazza Garibaldi sarà occupata dagli artisti, Piazza della Vittoria verrà intrattenuta dalle esibizioni di danze tribali, fusion e bellydance.

Ad accompagnare gli artisti, i volontari ed i creatori della festa dedicata alle arti di strada l’immancabile cappello che, spiegano, «non è, come qualcuno sostiene, né elemosina né carità, ma semplicemente un atto spontaneo che nasce dall’apprezzamento da parte del pubblico, ma soprattutto dal lavoro che ognuno di noi fa, perchè dove c’è un artista di strada c’è un sorriso».

Escursioni pasquali con salento bici tour. Aprile dolce dormire… ma per dormire meglio: prima pedalare!”. Con la bella stagione torniamo a inforcare le nostre biciclette per un’ampia rassegna di passeggiate adatte a tutte le gambe, tra strade secondarie, masserie, ulivi e degustazioni tipiche. Possibilità di affitto bici per tutti (anche bambini). Per info e prenotazione 392 11 44 073 (Giulia) 328 35 75 920 (Piergiorgio) 340 58 68 242 (Mattia)

Giovedì 2 Aprile – i tesori del Capo di Leuca

Raduno ore 10:30, presso stazione FSE di Gagliano del capo.
Escursione breve ma intensa alla scoperta delle numerose vestigia presenti nel Capo di Leuca: dalla mastodontica torre di difesa Salignano (l’unica costruita al centro di un paese), al frantoio ipogeo di Castrignano del capo, dal “centopietre” di Patù – enigmatico monumento funerario – al castello di Giuliano, per finire allo splendido ipogeo di Barbarano del Capo (detto “Leuca piccola”). Rientro in tarda mattinata, con degustazione finale. Lunghezza: 15 km. Percorso facile. Possibilità di affitto bici.

Venerdi 3 Aprile – Gallipoli e i riti della settimana santa.

Raduno ore 9:00, presso Stazione FSE di Gallipoli.
In attesa delle processione del venerdì di passione, escursione tra terra e mare nei dintorni di Gallipoli: dopo aver attraversato l’antica città messapica di Alezio, ci si dirigerà verso Tuglie, per una visita al suggestivo museo della civiltà contadina. Tappa quindi al frantoio ipogeo di Sannicola e alla chiesetta bizantina di San Mauro, per poi dirigersi verso Porto Selvaggio, dove si passeggerò alla ricerca di asparagi selvatici ed erbe officinali. Rientro a Gallipoli al tramonto. Percorso medio/facile. Lunghezza: 38 km. Possibilità di affitto bici.

Sabato 4 Aprile – L’entroterra Otrantino.

Raduno ore 9:00, presso Stazione FSE di Otranto.
L’entroterra Otrantino è forse la parte meglio conservata del salento. Risalendo la valle dell’Idro, si visiterà un’antica cripta bizantina, per poi sostare presso la Fondazione “le Costantine” dove si pratica l’arte della tessitura tradizionale. Si attraverserà quindi il “giardino megalitico” di Giurdignano, costellato di Dolmen e Menhir, per un’altra breve sosta a “i massi della vecchia”. Pranzo degustazione presso uno dei migliori forni della provincia a Specchia Gallone. Nel primo pomeriggio si raggiungerà Porto Badisco. Rientro a Otranto verso il tramonto, percorrendo uno dei tratti più belli di litoranea, con visita al faro di punta Palacìa e al laghetto di bauxite. Percorso medio/facile. Lunghezza: 35 km. Possibilità di affitto bici.

Lunedì 6 Aprile – Pasquetta in bicicletta

Raduno ore 9:00, presso Ciclofficina Popolare “Bicivetta” a Galatina.
Torna la tradizionale pasquetta a zero emissioni di Salento Bici Tour. Si parte da Galatina, con una colazione naturale a cura delle spazio “bicivetta”, a base di frutta e prodotti a km0. Dopo aver visitato il centro storico di Galatina, ci si dirige verso Soleto, la città delle “macare”, con il suo splendido campanile, quindi verso Corigliano d’Otranto, dove si visita il castello. Si raggiunge quindi la campagna de “lu mbroja” per partecipare alla pasquetta organizzata dall’omonima associazione tra musica e buon cibo. Rientro a Galatina al tramonto. Percorso facile. Lunghezza: 28 km. Possibilità di affitto bici.

Martedì 7 Aprile – “Lu Riu” intorno a Lecce.

Raduno ore 9:00, presso Stazione FS di Lecce.

Tradizionale escursione tra le campagne leccesi per la tradizionale festività de “Lu riu”. Dopo aver attraversato il centro storico di Lecce, in compagnia dei ragazzi di VeloService, si procede in direzione nord, verso il Parco di Rauccio. Attraversando questa zona di ampio pregio naturale, dove si conserva una piccola parte dell’antica foresta di querce che copriva il salento qualche secolo fa, si raggiunge l’abbazia di Cerrate – patrimonio del FAI. Pranzo al sacco. Rientro nel pomeriggio. Percorso facile. Lunghezza: 40 km. Possibilità di affitto bici.

Sabato 11 Aprile – I tesori del Capo di Leuca

(vedi giovedì 2 aprile)

Domenica 12 Aprile – Il Parco dei Paduli

Raduno ore 14:30, in Piazza degli eroi a Giuggianello

Organizzata in collaborazione con i ragazzi di “Abitare i paduli”, escursione nel paesaggio delle pietre del Parco Paduli, caratterizzato da dolmen e menhir e dai suggestivi “Massi della Vecchia”, singolari conformazioni in pietra, cui sono legate antiche leggende locali. L’itinerario segue sentieri rurali, tra pajare, muretti a secco ed ulivi, passa dall’Agriteatro (Parco Agricolo Didattico) e dalle strette vie del paese, che ne svelano il nucleo antico. Rientro a Giuggianello verso il tramonto per partecipare a uno spettacolo teatrale gratuito nell’ambito della rassegna “Lampa”. Percorso facile. Lunghezza: 15 km. Possibilità di affitto bici.

10 Agosto Manduria si accende con ” La Notte dell’Arte ”

Domenica 10 agosto prende il via la quarta edizione della ‘Notte dell’Arte’ che si prepara ad accendere il centro storico di Manduria con concerti (classica, soul, leggera, rock, dance), presentazioni di libri, cinema, danza, rappresentazioni storiche, fotografia, artigianato artistico, street art, animazione per bambini, pittura, scultura e moda. Tra gli ospiti di riguardo della maxi-kermesse, organizzata dal movimento politico-culturale ‘Giovani per Manduria’, anche la ministra per gli Affari Regionali Maria Carmela Lanzetta, il direttore artistico di Lecce2019 Airan Berg e l’on. Mino Dinoi (originario di Manduria), presidente della Commissione Speciale per le Politiche Comunitarie in seno all’Assemblea Capitolina. Gli eventi, molti dei quali direttamente affidati alle attività commerciali del centro storico, saranno dislocati presso l’ex monastero delle Servite, in Largo Campanile, sul sagrato della Chiesa Madre, in piazza Garibaldi, in via Mercanti, presso la sede del movimento ‘Giovani per Manduria’, in piazza Commestibili, all’hotel Corte Borromeo, in via Ferdinando Donno, nell’atrio del Palazzo Corcioli-Giannuzzi, in via Marchese Imperiali, in Vico degli Imperiali, nella Villa Comunale e nel chiostro della Chiesa di San Francesco. Gli appuntamenti si terranno parte in successione e parte in contemporanea. La forza attrattiva e la portata complessiva della Notte dell’Arte ne hanno accresciuto la rilevanza con il passare delle edizioni (quest’anno, anche i patrocini qualificanti di Roma Capitale e Lecce2019 Capitale Europea della Cultura), dando merito all’abilità organizzativa e aggregativa dei suoi promotori. “Il risultato più importante di questa manifestazione – sottolinea Tullio Mancino, presidente di Giovani per Manduria – sta nella sua sempre più rinnovata capacità di mettere insieme tante realtà del territorio e di promuovere nella giusta cornice i talenti che esso esprime”. Queste le associazioni protagoniste della manifestazione: Vista dall’alto, Artilibrio, SinP – Sociologia in progress, Associazione Culturale Salentina, Lion’s Club, Archeoclub, Profilo Greco, Progetto Francesco, Libri e Zafferano, Wing Txun, Accademia Nove Muse, Asd Manduria Skating, Città per Tutti, Medici con l’Africa, Periodico La Bacheca.

Oria 9/10 Agosto Corteo e Torneo dei Rioni.

Fervono i preparativi in vista della 48.ma edizione del Corteo storico di Federico II – Torneo dei Rioni: la tradizionale rievocazione medievale che si svolgerà ad Oria il 9 e 10 agosto 2014. La Pro Loco, che dal 1967 organizza questa manifestazione, è al lavoro da tempo per preparare ogni cosa e far rivivere ai turisti che scelgono la Puglia per le loro vacanze una delle più importanti pagine di storia di questa terra antica dove molto ruota intorno alla figura dell’imperatore svevo che nel 1225 fede edificare proprio ad Oria uno dei suoi tanti castelli. Proprio intorno al maniero fridericiano è nato il “Torneamento” tra i quattro rioni della città: Castello, Judea, Lama e Santo Basilio. Ad impersonare l’imperatore svevo sarà l’attore Lorenzo Flayerti, protagonista della serie “Ris”. Il palio edizione 2014, realizzato dall’artista Antonio Mingolla, è stato offerto dalla Città di Brindisi. Saranno circa 800 i figuranti in costume tra nobili, dame, armigeri, cavalieri, giullari e sbandieratori che daranno vita alla 48.ma ed. del Corteo storico di di Federico II – Torneo dei Rioni” . L’appuntamento con la storia, dunque, è per il giorno 9 e 10 agosto 2014. Sabato 9, il corteo partirà alle ore 18.00 dall’Istituto Antoniano e si concluderà nella suggestiva piazza Manfredi con la presentazione del “Palio” . Domenica 10 , alle ore 17, nel campo dei padri rogazionisti si ritroveranno atleti e cavalieri per la tradizionale giostra medievale alla quale prenderanno parte anche i gruppi storici come i “Milites Friderici II”, di Taranto, di Bari e la Compagnia d’arme Città di Oria. Venerdì 08 agosto, dopo la benedizione del palio è prevista alle 23 in piazza Manfredi “L’Anteprima Torneo”: un talk show durante il quale saranno presentate le ultime novità legate alla rievocazione storica e – soprattutto – l’attore che impersonerà Federico II. Durante la serata sarà eletta la Capodama della Corte Imperiale.

12